Eventi sportivi che fanno più soldi nella pubblicità

Eventi sportivi che fanno più soldi nella pubblicità

Spesso si tende a pensare che gli introiti pubblicitari maggiori siano legati ai grandi eventi di moda, di spettacolo o alle kermesse cinematografiche e televisive più popolari come gli Oscar, gli Awards  o i Festival del Cinema.

In realtà ci sono eventi sportivi in grado di muovere milioni di dollari (o di euro a seconda della Nazione organizzatrice), e non solo per quanto riguarda la pubblicità ma anche le scommesse, sia nei negozi di scommesse che online, con o senza l’utilizzo di promozioni come Sisal codice promozionale.

Ecco i 5 eventi sportivi che riescono a incassare di più dalle pubblicità:

Mondiali di calcio

Il calcio è da sempre uno degli sport che muove più soldi, sia in termini di biglietti che di merchandising e di incassi pubblicitari. L’ultima edizione Russia 2018, ad esempio, ha fruttato a Mediaset che deteneva i diritti dell’evento per l’Italia, oltre 95 milioni di euro di pubblicità: un colpo davvero eccezionale per l’azienda milanese che è riuscita a strappare alla RAI i diritti TV della competizione. Nonostante, dunque, all’evento non partecipasse l’Italia, i Mondiali sono stati un ottimo investimento economico.

Champions League

Altro evento calcistico che riesce ad attrarre enormi capitali pubblicitari è la Champions League. Dalla prossima stagione 2018-2019 cambieranno anche i meccanismi di spartizione economica nonché l’organizzazione delle partite: ciò dovrebbe fruttare alla UEFA circa 2 miliardi di euro a stagione per il triennio 2018-2021. A ciò, poi, si andranno ad aggiungere anche gli incassi pubblicitari e di ticketing della Europa League.

Super Bowl

Non esistono eventi sportivi in grado di eguagliare l’appeal pubblicitario del Super Bowl organizzato della NFL (National Football League) americana. Ogni anno questo evento è seguito da circa 110 milioni di americani, con un eco mediatico e pubblicitario che non ha paragoni. Si stima che la rete televisiva NBC paghi quasi un miliardo di dollari all’anno alla NFL per accaparrarsi i diritti di trasmissione delle partite. Durante la finale, inoltre, ogni Brand sborsa milioni di dollari solo per qualche istante di pubblicità. La sola Pepsi, storico concorrente della Cola Cola, ad esempio, ha pagato lo scorso anno quasi 7.5 milioni di dollari per uno spot da 30 secondi. A ciò si aggiungono gli introiti derivanti dalla vendita dei biglietti che negli ultimi giorni arrivano a costare più di 5 mila dollari l’uno. 

Australian Open di Tennis

Tra i tornei più prestigiosi dello “SLAM”, l’Australian Open è quello che muove i maggiori incassi pubblicitari. Nel solo 2017 l’ATP ha registrato un record sia in termini di presenze che di ricavi dalle pubblicità e il trend è in continua crescita. Ottimi anche i ricavi a livello dei Major e dei Master Mille. Negli ultimi Internazionali BNL di Roma, ad esempio, gli incassi sono stati di oltre 12 milioni, con una presenza di più di 223 mila spettatori.

MotoGP

Grazie alle sfide all’ultimo sangue tra campioni spericolati come Valentino Rossi, Marc Marquez e Dovizioso, la Moto GP è diventata uno degli eventi sportivi più seguiti a livello internazionale. Solo nell’ultimo anno, Sky Italia, che detiene i diritti dell’evento per la nostra Nazione, ha guadagnato il 2% in più in termini pubblicitari proprio grazie alle gare di moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *